http://vignette3.wikia.nocookie.net/inception/images/8/83/Dream.png/revision/latest?cb=20130729003653

inception_ost

Architettura e Cinema Chapter I – Architettura visionaria

Editoriale: Novembre 2016. Parole chiave Dopo un lungo silenzio si torna ad aggiornare l’editoriale archiram principale:il tema è  #Architettura#Cinema #Racconto #Sceneggiatura #Sicurezza #Intellettuali #Memoria #Storia #Prevenzione #Corruzione #Storyfake.

La corruzione culturale è ormai un fenomeno diffuso in  Italia tanto che le vendite dei libri in italia fanno abbastanza schifo, se rapportate a quelli del mondo, i motivi non sono difficili da capire, snob intellettivo, verso tutto ciò che è contemporaneo moderno e veloce da sviluppare, “carrierismo” diffuso, e marchette da “bagaglino”. Prendiamo i dati di vendita di libri nel mondo, poi torniamo a parlare di Architettura.

Ecco una lista dei best seller più venduti al mondo:
https://it.wikipedia.org/wiki/Lista_di_best_seller
Grazie alla tabella presente nel sito di wikipedia possiamo vedere i libri con una vendita superiore ai  100 milioni di copie  e parliamo dei numeri più importanti. Naturalmente tutti sappiamo che ad esempio la Divina Commedia di Dante può essere considerato in assoluto il testo più bello della storia ma qui l’argomento è un altro.

Tabella Libri più venduto al mondo dickens_libri_1

IL #LIBRO PIU’ VENDUTO DI SEMPRE
A tutto oggi il libro più venduto al mondo rimane Racconto di due città di Charles Dickens.  Andate da soli a vedere di cosa parla quel testo, se notate, non c’è nulla che sia mai stato scritto in questo secolo, o meglio in questo millennio? qualcuno mi saprebbe dire il motivo? uno dei motivo è palese; la diffusione del computer prima e di internet dopo ha ridotto qualsiasi vendita impedendo a chiunque di superare Charles Dickens, ma aspettate , guardate con attenzione le date . Il testo di Charles Dickens fu scritto nel 1859.

Qualcuno si è mai chiesto perchè nonostante il genio italiano e nonostante il made in italy,  nessuno testo italiano è presente nei primi 6 , ergo nei libri che hanno venduto più di 100 milioni di copie?   Un idea di ricerca che lascio a qualsiasi giornalista che abbia voglia di approfondire ma io qualche idea me la sono fatta.

#TOLKIEN

Al secondo posto, troviamo “Il signore degli anelli” dove la prima pubblicazione risale agli anni ’50. Qui intanto c’è da dire che Hollywood ha fatto scoprire il “prodotto” negli anni 2000, riportando alla ribalta il “Celtismo” e l’antica cultura celtica. Il retaggio celtico, riguarda  molto gli architetti organici, a partire dall’epopea di Frank Lloyd Wright, che fu un epopea basata sul racconto di se e non sul racconto della propria burocrazia. La forte correlazione con la leggenda di Taliesin e tutto il resto fanno parte di ciò che ha influenzato tutta la cultura contemporanea fino ai giorni nostri, in quanto Wright fu il padre dell’architettura moderna senza ombra di dubbio, ed anche il più grande architetto di tutti i tempi, e sono abbastanza “orgoglione” che chi vi scrive fa parte di un elenco di progettisti a livello mondiale in cui è presente anche il nome di Wright e altri come Carlo Scarpa Zevi e tutti gli altri. Fatta questa piccola manfrina “auto-referenziale” che quasi mi sto sui coglioni da solo, proseguiamo liberamente a scrivere quello che penso di certe sudicie abitudini, perchè quello che scrivo non me lo  paga nessuno perchè è frutto di fatti e di possibili attenzioni e non di recitazioni perchè è il mese del Wagner alla Scala..

#ALIBI

In Italia c’è sempre qualcuno che ha il vizio di cercare scorciatoie, pur avendo l’alibi dei “titoli” e poi si lamenta che rimane escluso, sbandierando “titoli”; vorremo ricordare che attualmente il presidente degli Stati Uniti, pare non abbia finito nemmeno il Liceo, quindi signori di che parliamo? Frank Lloyd Wright non ha terminato gli studi di ingegneria e per non parlare di altri nomi da Steve Jobs a tutto il resto; ergo siamo stufi che saputoni che poi vengono a scassare la minchia a consiglieri comunali o regionali, si pavoneggiano nella frase, “le mie giornate sono piene” , le tue giornate sono piene di merda te lo dico io!.Gente che sul social network ha la puzza sotto il naso rispetto a poveri gazebari che mendicano un po’ di attenzione e poi leccano il culo a senatori o presidenti di regione.Loro non si occupano di politica…..andate a pigliare per il culo qualcun’altro,.. non noi.

#CINEMA

Fatta questa seconda premessa di carattere soggettivo passiamo all’argomento : Rapporto tra architettura e cinema”. Un esperimento da me fatto nel 2015 metteva in relazione le teorie  di natura fantascientifica di Christofer Nolan e di altri registi, le teorie di Christopher Nolan sono interessanti perchè producono sceneggiature, da un lato suggestive e dall’altro scavano nella realtà profonda dell’anima dell’uomo, anima da cui deriva parecchia architettura organica, ciascuno può andare a vedere da dove derivano queste teorie.

Negli  Stati Uniti c’è un apparato che si dedica alla “prevenzione del crimine”, tanto che un regista decise di , sviluppare il film Minority Report.Tale apparato esiste anche in Italia. Tra il 2015 ed il 2016 dopo anni dall’uscita del film è sbucato fuori un Software che gestisce al prevenzione del crimine, anche se pare che il suo uso su larga scala abbia qualche problema visti i recenti fatti. Ecco il link : http://www.gdc.ancitel.it/poliziotti-usa-un-software-per-prevenire-i-crimini/

#ARCHITETTURA VISIONARIA E CINEMATOGRAFICA

Lo sviluppo dell’architettura cinematografica è oggi paragonabile allo sviluppo della pittura e scultura nel rinascimento o nella fase medievale. Arte architettura ed artigianato erano un tutto unico. Ora si aggiunge la potenza del cinema. Se noi osserviamo il crescere delle competenze architetturali nel cinema ci rendiamo conto di come ormai l’architettura si sia fusa con il cinema, tanto che parecchie decisioni possono essere prese anche analizzando alcuni argomenti, che non derivano altro che dalla filosofia o da nuove teorie relative al tempo o allo spazio tempo.

#RAPPORTI DI MINORANZA PER PREVENIRE EVENTI ( Utilità nei cantieri)

Il rapporto di minoranza è un algoritmo alternativo rispetto a specifici eventi. Chi si occupa di futuro , lo ha presente. Da li nasce un ragionamento legato alla prevenzione di eventi che nel caso della nostra realtà di tutti i giorni, sono legati ad esperienze già vissute. Allora, quando un progettista fa tesoro dell’esperienza già avvenuta, nell’avvisare altri professionisti, occorre cercare di capire perchè specifici appelli non sono considerati od osservati. Detto questo si sceglie di non proseguire con specifiche personalità  plagiate solo da una memoria documentale, quando è l’esperienza che incide per una buona % sull’esito di un processo “architetturale”.
Lo sviluppo dell’architelling negli Stati Uniti figlio dello story telling, mi ha fatto personalmente proporre presso una conferenza internazionale ( unica in italia nel 2015 cui sono seguite iniziative “marchettare” abbastanza poco credibili) , il primo progetto di architelling condiviso, lavorando sul tema del sogno condiviso, che ha raccolto sul territorio l’antica memoria del Longobardi su base sperimentale.

#PROGETTIST DI EVENTI: = PROGETTISTI DI NOTTI BIANCHE= CREATORI DI BIANCANOTTARI A CAZZO NO GRAZIE

Chi pensa di screditare tali progetti non ha capito dove sta andando l’architettura e si limita a sbraitare con procedure critiche obsolete le brutture del mondo. Nel nuovo modello interpretativo della memoria entrano alcuni codici matematici ed alcune procedure di algoritmo, che ci consentono anche di vedere come per esempio in piccole città come Vigevano ( prese a modello da me come modello di città ideale sia del passato che del futuro) possa ottenere nuovi codici di “sicurezza” “prevenzione” e prevenzione della “corruzione”. Le procedure di corruzione nel mondo nell’ambito della prevenzione del crimine si muovono su  un numero di argomenti lunghissimo ma gli argomenti ragionevolmente più gettonati e “gettonabili” sono i seguenti : Mafia; pseudo mafia;droga;sesso;soldi;potere;adescamento;prostituzione;inganno;truffa;droghe leggere ; alcol.
La porta di accesso che apre la scintilla è sempre la stessa: Alcol. Dopo l’alcol abbiamo il “Sesso” più o meno fatto intendere o praticato. Nel recente passato presso gli uffici comunali di Firenze abbiamo avuto diverse divertenti notizie ( googlate).

#LA CORRUZIONE MENTALE – CICLOMANZIA E AUTO-IPNOSI

Da queste procedure preliminari di corruzione nate da attività consueta di indolenza da parte di certi amministratori, si passa a pratiche di corruzione più  organizzate, perchè qualcuno da il segnale del fatto che in un determinato posto c’è un “anello debole”. Il problema per coloro che sono abituati ad avere a che fare con gli anelli deboli è quando si trovano davanti ad una “doppia vite”  Leonardesca strutturata con i  contro coglioni!.
La corruzione estetica dell’architettura passa per questi anelli deboli. In Italia abbiamo gente pagata per parlare bene di “croste” architetturali che voi umani…la regola è sempre questa,… affamate chi dirige alcune baracche e passa tutta la merda di questo mondo!.

IL PASSAGGIO DI SCALA DELL’ARCHITETTURA
L’architettura ha avuto due grandi passaggi di scala: dopo la fase romana abbiamo SM DEL FIORE DI BRUNELLESCHI e nell’era contemporanea dopo la torre Eiffel e le grandi opere americane, l’Aeroporto di Osaka di Renzo Piano.

L’architetto oggi non gioca ai soldatini o a fare i biscottini in forno,…sposta sempre più soldi, e di conseguenza deve avere amici e collaboratori che non gli danno preoccupazioni più di quanto già non ottiene dall’attività; il passaggio di scala dell’architettura implica anche il fatto che se nell’ambito del lavoro egli ha attorno, provincialissimi chiacchieroni da conferenza che si spacciano per conferenzieri internazionali   non va da nessuna parte, comprendendo anche quel sudicio catto -esoterismo cui è intrisa certa editoria italo-piteka!..in poche parole “fatti , non markette”.

DI CHI MI CIRCONDO IO ? ECCO UN ELENCO DI PERSONE…ADEGUATE AL MIO RANGO:

( vedi link testo )

TRA LE CONFERENZE ESECUTIVE INVECE ricordiamo ancora questa magnifica opera che racconta fatti in giro per l’Europa utili a comprendere tutti i nuovi processi operativi del cambio di scala dell’architettura, quando si parla di cambio di scala si parla di una violenta traiettoria verso nuove visioni ideali, non facilmente riscontrabili in un topo da biblioteca o frate amanuense da biblioteca dei tempi moderni che si fa le pippe dietro una milf agitata.
http://altralineaedizioni.it/portfolio-item/architettura-e-citta/

Leobarth